@ginox Concordo appieno. Personalmente per comunicazioni dirette uso solo Matrix e chi ha il mio numero può sempre usare gli sms. É interessante osservare le reazioni di chi vien messo di fronte al fatto che si possa vivere senza Whatsapp 😁. Alla fin dei conti non perdi alcun contatto con chi vuoi sentire davvero. L’unica mancanza sono forse certi gruppi Whatsapp, ma se consideri che sono una fonte di data mining come i gruppi FB, la perdita é poca cosa.

@ginox Una piattaforma di comunicazione “sana” penso debba garantirti almeno questi punti:
(1) La certezza che i messaggi e gli indirizzi nella mia rubrica non vengano raccolti e venduti a chissà chi per farne chissà cosa.
(2) La possibilità di poter cambiare il fornitore della piattaforma.
(3) La libertà di scegliere se collegare la mia identità personale all’account pubblico.

@ginox Se per interagire con qualcuno, vieni obbligato ad utilizzare un servizio privo di queste garanzie minime, in pratica é come ti imposto di viaggiare su un autobus senza freni “perché é quello che prendono tutti”.

@Ca_Gi @ginox

CAGI
gia' che stai preso bene con matrix ti invito a leggere (e fare critiche) su una piccola ricerca che ho fatto tempo fa fondi e modi in cui matrix e' sponsorizzata

samba.noblogs.org/post/2018/08

@samba Uh! Questo é inquietante e non mi piace affatto... @paolo tu che hai messo su un server matrix, confermi una presenza anomala di metadati? @ginox

@Ca_Gi Consiglierei più ricerca e valutazione dell'evidenze prima di scrivere un blog.

Risposta breve: in Matrix ci sono meno dati e metadati che in Mastodon. Se vuoi una piattaforma che mantenga lo storico per te tutte le volte che ti colleghi da un qualsiasi device allora quei dati stanno anche su un server.
Le chat crittografate le puoi vedere solo tu ma i metadati sono anche sul server. Non è perfetto ma ci sono discussioni per migliorare la situazione ulteriormente.

@samba @ginox

@Ca_Gi
Se io volessi potrei divertirmi a leggere i metadati o se mi arrivasse un'ingiunzione di un tribunale con validità qui in Lussemburgo allora potrei dover dare i log alle autorità competenti.
Cosa che farei comunque se mi venisse riferito che sulle piattaforme da me gestite vengono fatte cose illegali e/o che io non ritengo opportune e/o lecite.
Sta agli utenti che vogliono usare i servizi da me forniti decidere se io ispiro più fiducia di Zuckerberg o no.

@samba @ginox

@paolo Ok, quindi in sostanza Matrix gestisce giusto i metadati necessari al suo funzionamento e la questione del rapporto di fiducia col server é la stessa che c'é per qualunque server. Amdocs ho verificato essere si una grossa azienda IT israeliana e come tutte le aziende strategiche israeliane é in rapporti con servizi ed esercito. Detto questo, Matrix é open source ed il suo codice é pubblico, per cui se ci fosse al suo interno del codice strano sarebbe già saltato fuori, no? @samba @ginox

@Ca_Gi
Volendo fare la cosiddetta punta al cazzo non puoi garantire che il codice che hai in esecuzione sia quello pubblicato. Ma probabilmente sto esagerando.
@paolo @samba @ginox

@karjudev Si, vero, ma questo, appunto, vale su -ogni server ed é comunque sempre possibile fare self-hosting @paolo @samba @ginox

@Ca_Gi
Sì però se l'implementazione non è sicura nessun server è sicuro.
@paolo @samba @ginox

@Shamar @karjudev @Ca_Gi @paolo @samba @ginox il lavoro di debug lo fa chi ne ha davvero bisogno, solitamente contributors

@Shamar Il fatto é che così come non si può pretendere che uno debba studiare ingegneria aeronautica per prendere un volo Roma-Catania, ha poco senso pretendere che tutti coloro che usano device informatici diventino programmatori capaci di fare debug. Ha senso pretender solo che abbiano almeno un’infarinatura tale da permettergli di scegliere i “meccanici” con cui confrontarsi. @aaronwinstonsmith @karjudev @paolo @samba @ginox

@Shamar É importante che sia software libero e verificabile da chiunque abbia le competenze, ma non si può pretendere che queste competenze le abbiano tutti coloro che lo utilizzano. Non dimentichiamo che stiam parlando di strumenti complessi che richiedono una certa specializzazione. @aaronwinstonsmith @karjudev @paolo @samba @ginox

@Shamar La programmazione é una forma d’espressione che richiede un certo tipo di competenza e su quest’ultimo punto si ha convergenza con tutto ciò che richiede specializzazione: medicina, meccanica, architettura, aerodinamica. Il fatto che esistano degli specialisti specifici, specie su settori complessi, é una conseguenza di questa stessa complessità. La differenza semmai > @aaronwinstonsmith @karjudev @paolo @samba @ginox

@Shamar > é distinguere quando chiunque voglia può apprendere uno strumento aperto oppure no. Non c’é alcun segreto nelle proprietà fisiche che devono esser rispettate per avere un edificio sicuro, ma serve che qualcuno le studi perché le possa padroneggiare. Non per questo chi non le ha studiate non può abitare tali edifici. @aaronwinstonsmith @karjudev @paolo @samba @ginox

@Shamar Non si può essere competenti su tutto, ovviamente. Chi studia fisica o medicina esercita su di me un potere in quei campi? Si, così come chi ne capisce di programmazione ed alimentazione eserciterà su di loro il potere di queste altre competenze ed io eserciterò su tutti loro il potere della mia competenza unica. Ma si tratta di potere/competenza culturale aperta. @aaronwinstonsmith @karjudev @paolo @samba @ginox

@Shamar É vero che l'informatica é trasversale e riguarda praticamente chiunque, ma così é anche per la fisica, la medicina, il linguaggio mediatico (psicologia e semantica dei media), i meccanismi economico-finanziari internazionali, la climatologia... Sono diversi i campi specialistici che toccano l'intera umanità ma possiamo davvero illuderci che in futuro l'intera umanità diventi esperta di tutti questi (ed altri) saperi? @aaronwinstonsmith @karjudev @paolo @samba @ginox

@Shamar penso che la stessa osservazione valga anche per altre discipline, ma chiaramente gli strumenti che siamo costretti ad usare ci possono ingabbiare o possiamo usarle a nostro vantaggio, per questo dobbiamo sapere come funzionano i computer allo stesso modo di come funziona ad esempio la burocrazia e le leggi
@Ca_Gi @karjudev @paolo @samba @ginox

@aaronwinstonsmith

Le persone sono condizionate a pensare che sia una specialità perché è una attività affidata a specialisti come altre.

Ma in realtà non è come le altre: noi siamo scriba, pionieri in un territorio intellettuale nuovo e ancora tutto da esplorare.

L'Informatica è ancora molto primitiva e proprio per questo è uno strumento di Potere.

Ma non c'è altro modo di renderla Democratica che insegnarla a tutti.

@Ca_Gi @karjudev @paolo @samba

Sign in to participate in the conversation
Mastodon

Server run by the main developers of the project 🐘 It is not focused on any particular niche interest - everyone is welcome as long as you follow our code of conduct!